Prosciutto Cotto di Alta Qualità

Il Prosciutto Cotto Alta Qualità

Il Prosciutto Cotto è un salume che mette d’accordo il palato di grandi e piccini. Cosa significa scegliere un Prosciutto Cotto di Alta Qualità?

Secondo la norma del 2005, ordinata dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAF), possiamo identificare tre tipologie di cotto: Prosciutto Cotto, il Prosciutto Cotto Scelto  e il Prosciutto Cotto di Alta Qualità. In questo caso specifico, il Prosciutto cotto Alta Qualità è un prodotto che presenta una bassa umidità, intorno al 75,5% ed è prodotto senza proteine di soia o polifosfati. Inoltre,  devono essere  chiaramente identificabili almeno tre
dei quattro muscoli principali (semitendinoso, semimembranoso, quadricipite e bicipite femorale).

Qualità-prosciutto-cotto

Il “Ministero delle Attività Produttive” ha emanato un decreto il 21 settembre 2005 (G.U. n. 231 del 04 Ottobre 2005) col quale disciplina la produzione e la vendita del Prosciutto Cotto in tre categorie.

3 Categorie del Prosciutto Cotto

Si tratta di prodotti apparentemente simili, che differiscono per un particolare importante: il livello di umidità del prodotto
SpuntaRedPROSCIUTTO COTTO

è un prodotto con un’umidità fino al 81%

SpuntaRedPROSCIUTTO COTTO SCELTO

ha un’umidità che può essere uguale o inferiore al 78,5%

SpuntaRedPROSCIUTTO COTTO DI ALTA QUALITÀ

è un prodotto con un’umidità uguale o inferiore al 75,5%

Quest’ultima definizione in etichetta garantisce l’eccellenza delle materie prime selezionate unitamente all’utilizzo di processi di lavorazione rigorosi

Di seguito trovate la nostra ricca gamma di Prosciutti Cotti Veroni. Tutti i prodotti sono realizzati ponendo una particolare cura alla selezione delle materie prime e seguendo elevati standard qualitativi e di sicurezza.


Il termine “prosciutto” si riferisce ad uno specifico taglio di carne del maiale, l’arto posteriore, che viene utilizzato come base dei due salumi omonimi, ovvero il prosciutto cotto e il prosciutto crudo.
Il prosciutto cotto è un salume sottoposto a cottura, che si presenta senza insaccatura e parzialmente ricoperto di cotenna, senza la presenza di ossa. Il colore caratteristico, che denota il prodotto di qualità, è un rosa molto opaco e poco intenso con un sottile strato di grasso.
Esiste una varietà meno pregiata di prosciutto cotto che deriva dall’arto anteriore e che, tecnicamente, viene definito “spalla cotta”.

Il processo di produzione comincia con la rimozione delle ossa e delle parti più dure. Si passa poi alla salagione che può avvenire o tramite salamoia o tramite siringatura e alla zangolatura, cioè la distribuzione omogenea del sale all’interno del prodotto.
Infine si passa allo stampaggio e alla lenta cottura che avviene circa a 70°, senza che la carne entri mai in contatto diretto con la fonte di calore: ciò permette la tipica colorazione rosa.
Secondo un Decreto del Ministero delle Attività Produttive si stabiliscono tre tipologie differenti di prosciutto cotto: il prosciutto cotto, il prosciutto cotto scelto, infine, i prodotti migliori prendono il nome di prosciutto cotto di alta qualità.

Link consigliati:

mortadelle

mortadella

prosciutto cotto
prosciutto cotto alta qualità
prosciutto cotto artigianale
prosciutto cotto qualità
qualità prosciutto cotto
il miglior prosciutto cotto
ricette con il prosciutto cotto
prosciutto cotto ricette
prosciutto cotto calorie
prosciutto cotto valori nutrizionali
mortadella ricette
prosciutto crudo ricette
ricetta salame
ricette con coppa pancetta e lardo
ricette con zampone o cotechino
ricette con speck o bresaola
ricette senza glutine
ricette senza lattosio
prosciutto cotto in gravidanza
Prosciutto Cotto Ideale per bimbi
miglior prosciutto cotto per bambini
mortadella la bologna igp
mortadella in gravidanza
mortadella come si fa
Intercind
spanveroni